Lo spannolinamento…

‘Mamma devo fare pipì’quante volte al dì sento questa frase…ma prima di raggiungere questo traguardo c’è stata,a luglio dello scorso anno,una settimana impegnativa sia per me che per Alfredo!Ricordo come se fosse oggi a ritorno dalle vacanze di luglio,ho deciso di togliere il pannolino così ho comprato le mutandine e ho spiegato al piccolo che ogni qual volta sentiva  la necessità di fare la pipì o la pupù doveva chiamarci e correre subito in bagno.La prima volta è venuto in cucina già bagnato e tanto dispiaciuto per avere fatto la pipì addosso.Ciò nonostante,non mi sono fatta prendere dall’ansia, l’ho lavato messo gli slip e dopo qualche ora la situazione si è ripetuta con la pupù…così con pazienza,non urlandogli contro,rispiegandogli che doveva correre in bagno e chiamarci prima che si bagnasse o si macchiasse,Alfredo con  sguardo deciso mi dice’mamma non preoccuparti ce la faremo!’E così è stato!con la tenacia di entrambi,senza mai urlagli contro con decisione sacrificando alcuni pomeriggi, in una settimana circa, abbiamo tolto il pannolino che utilizzavamo solo per la notte,che siamo però riusciti a togliere durante le vacanze di agosto, approfittando del fatto che la notte dormivamo in tenda dove se le lenzuola si fossero bagnate,le avremmo cambiate con più semplicità rispetto al letto tradizionale.Così prima di andare a letto andavamo in bagno e qualche volta durante la notte si svegliava  per fare pipì…La mia esperienza non è stata però una ‘passeggiata senza stress’ ma affrontandola con consapevolezza,tranquillità e decisione,è stata piacevole e ha sviluppato tra me e mio figlio una bella intesa.Per cui care ragazze se siete alle prese con lo spannolinamento del vostro primo figlio,non abbiate paura d’iniziare, siate pazienti e serene,non urlate e così nel giro di una settimana o poco più,l’obiettivo sarà centrato ed entrambi sarete soddisfatti  e felici di averlo raggiunto insieme!La vostra blogger Mammaestile…                                                        

 

Spannolinamento

Annunci

Mother’s Day….Auguri a tutte le mamme in particolar modo alla mia…

Oggi 14 maggio 2017 ricorre per tutte noi mamme il ‘Mother’s day’ ossia la Festa della Mamma!Giorno importante che va a celebrare una figura rilevante per l’intero cosmo poiché come dice Papa Francesco la mamma è portatrice di armonia,amore e serenità…Personalmente sono mamma da due anni e mezzo ma mi sentivo già mamma prima ancora che arrivasse nella mia vita Alfredo,perché sono  la piccola mamma delle mie sorelle,sopratutto di mia sorella Noemi la seconda mamma per i miei nipoti,Greta in particolar modo, per cui quel senso di protezione e amore incondizionato è sempre stato vivo in me trovando la massima espressione con la nascita del mio ‘cuoricino Alfredo’.Mamma parola dolce e piena di sicurezza che da forza e tranquillità che viene spesso pronunciata e in qualunque momento,anche quando ci meravigliamo di qualcosa, esordiamo dicendo sempre,’mamma mia’…. Siamo tutte diverse tra noi mamme, ci arrabbiamo, ridiamo cerchiamo di far coincidere tempi momenti ed esigenze varie in diverso modo l’una dall’altra,ma con un unico scopo,far stare bene i nostri figli per i quali non conosciamo stanchezza o limitazioni!Allora auguri mamma, a te che lavori e torni a casa con la consapevolezza di far fare i compiti ancora non iniziati, a te che inizi la giornata canticchiando e poi urlando i nomi dei tuoi figli che non vogliono alzarsi per andare a scuola,a te che li accompagnerai da un posto all’altro  per le varie attività extrascolastiche,a te che diventi complice e amica per quei piccoli permessi che il papà non vuol concedere, ma sopratutto auguri alla mia mamma Maria che mi ha sempre incoraggiata e spronata a guardare  avanti e a non avere mai rimpianti….Vorrei tanto che questo post venisse letto non solo da noi donne ma anche dagli uomini affinché capissero che il rispetto,sia morale che fisico, da dare a noi donne dev’essere più che scontato perché è la donna a dare loro la VITA e non rispettandola non rispettano neanche le loro mamme…La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuoco    

Ecco il regalo più bello il fiore creato da Alfredo per me.

 

Tre bambini di tre mie amiche e la stessa reazione allergica all’antibiotico A……..

Qualche settimana fa vi ho parlato della dubbia reazione ad un antibiotico dato a mio figlio Alfredo,che ha manifestato un eccessivo nervosismo per tutta la durata della terapia antibiotica!Bene delle mie amiche,in periodi diversi una delle quali questa settimana, hanno somministrato un famoso antibiotico ai loro bimbi ai quali si è manifestata un’allergia che ha coperto tutto il corpo con dei fastidiosi e pruriginosi puntini rossi.tataLa cosa mi ha molto colpita,in quanto lo stesso episodio è capitato a tre diversi bambini in tre diversi periodi.Adesso dico questo famoso antibiotico è stra prescritto da pediatri e medici,che messi al corrente dell’allergia cosa fanno?prescrivono delle pomate o delle gocce per ovviare al problema,continuando però a prescrivere l’antibiotico che ciononostante è ancora in commercio.Cominciamo,quindi,a farci delle domande……Il business non può costare la sulute di noi essere umani.Forse davvero bisognerebbe approfondire e conoscere l’omeopatia e laddove fosse possibile usarla.La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuoco

Alfredo e la fine dell’allattamento o come dice ‘niente più tetta’……

Sono due anni e mezzo che allatto il mio bambino ed è stata un’esperienza bellissima che rifarei al 100%.Tutto però ha un inizio e una fine,e per me e Alfredo questo bellissimo percorso è terminato!Fosse stato ‘possibile’avrei ancora aspettato che fosse stato Alfredo a lasciare la tetta ma dopo un mese incessante di raffreddore e tosse per la cui guarigione ho solo usato tachipirina senza risultato,ho deciso di non dargli più la tetta!Così domenica mattina ho messo lo scotch sui capezzoli facendoli vedere al bambino che disperato alla vista della copertura ha iniziato a piangere come un pazzo.Dopo circa 15 minuti si è addormentato e al suo risveglio la prima cosa che mi ha chiesto è stata’ti è passata la bua dalle tette?’Andiamo avanti così da una settimana,dove la notte si sveglia all’improvviso per ciucciare e ovviamente piange perché non può farlo!Ieri sabato 6 maggio è stata la prima notte in cui ha dormito come un ghiro senza svegliarsi con l’esigenza della tetta!Devo dire comunque che nonostante Alfredo mi chiedesse prima di addormentarsi,sia il pomeriggio che la notte, se ci fosse stata guarigione per le tette ha accettato la cosa senza troppa sofferenza ma con un po’ di nervosismo!Ragion per cui care mamme,quando si sceglie di porre fine all’allattamento prolungato,non abbiate timore di farlo(io ne avevo)perché incosciamente i bambini sono pronti ma non abituati a questa forma di distacco da noi mamme,distacco che viene positivamente superato e che rafforza di più il legame tra mamma e bimbo,Alfredo è molto più affettuoso e mi cerca molto di più,quando prima vedeva in me una Tetta!!!!La cosa più bella è che durante la notte si avvicina a me e mi abbraccia!Siate tenaci!La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuocoallastt

Alfredo e la dubbia reazione all’antibiotico…….Cure tradizionali o omeopatiche?

Non so se vi è mai capitato di leggere il bugiardino delle medicine dove vengono descritte le probabili reazioni all’uso(sempre guidato)dei farmaci!Be personalmente li leggo più per curiosità che per una conoscenza approfondita di ciò che potrebbe accadere dopo l’uso,in quanto credo che questi effetti collaterali,vengano descritti con una certa dose di esagerazione,per poter mettere le mani avanti nel caso in cui succedesse qualcosa di strano e irreparabile.Reazioni quasi surreali che solo a leggerle passa davvero la voglia,già inesistente,di prendere i farmaci!Ciononostante due settimane fa quando mio figlio Alfredo è stato male a causa dell’influenza,la sua dottoressa mi ha prescritto un antibiotico(necessario purtroppo) da somministrargli una volta al dì per una settimana.Ebbene la reazione di Alfredo all’antibiotico è stato lo svilupparsi e il manifestarsi di un’aggressività mai vista prima!!!Il bambino per tutta la settimana e qualche giorno dopo,è stato insofferente e aggressivo contro tutto e tutti senza esclusione per niente e nessuno!Affermo questa cosa con totale certezza in quanto,in un’occasione pregressa e analoga,lo stesso antibiotico ha avuto gli stessi sintomi su Alfredo dandomi così la certezza di ciò che abbiamo vissuto in casa!A questo punto mi sorge spontanea una domanda:ma non sarà mica meglio curarsi,per esigenze non molto gravi, con l’omeopatia?Conoscere e capire la validità delle cure officinali e alternative alle tradizionali? il processo di guarigione sarà sicuramente più lungo,ma le alterazioni dell’umore e del nostro sistema immunitario meno invasive…..

La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuoc

Il saper e il voler darsi una seconda possibilità…..

Capita a volte di dover dire basta ad un amore un lavoro o abitudini di ogni genere e ogni qual volta si lascia un qualcosa o qualcuno ci si sente vuoti,privi di gioia e voglia di fare!!!!Tutto ciò accade per la paura e l’angoscia di non avere più un obiettivo o un traguardo da raggiungere o nel caso di un amore finito di non riuscire a conoscere un’altra persona con la quale condividere la propria vita…….be è a questo punto che non dobbiamo abbatterci ma fissare dei nuovi obiettivi da raggiungere e concretizzare al 100% con la passione e l’amore che hanno contraddistinto da sempre il nostro modo di fare!Anche un amore finito non dev’essere considerato come unico e solo da non poter più innamorarsi ma al contrario si deve prendere tutto il bello e il peggio del precedente legame per potersi relazionare diversamente e più positivamente di prima………Solo reagendo attivamente agli intoppi ci si riesce a sollevare con positività!!!!I cambiamenti inizialmente fanno un pò  paura ma solo cambiando le cose ci si rende conto di quando sia bello darsi una seconda possibilità!!!change-wordleLa La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco

Amare i figli Si riverirli No…..

Educare i figli non è una cosa semplice……Spesso si ha come l’impressione che i figli essendo un pezzo del nostro cuore debbano sempre essere protetti,coccolati e accontentati in tutto ciò che vogliono e pensano!Niente di più errato.Penserete ‘ma come più li accontentiamo e li coccoliamo più la loro felicità aumenta diventando in tal modo adulti felici e realizzati!’In realtà in questo modo la personalità del bambino non si esprime ma si reprime rimanendo ad un livello medio  a causa della presenza inconsapevolmente ingombrante e devastante del genitore che limita lo sviluppo della personalità e dell’autonomia  del proprio figlio invadendo i suoi spazi riducendo così la possibilità per il bambino di fare esperienze sbagliando e imparando esprimendo in tal modo la propria personalità.Anche l’essere ‘Amico’non è salutare per il bambino in quanto non vedrà il genitore come punto di riferimento e fermezza per la propria vita ma, viceversa lo vedrà come qualcuno pari a un amico  al quale poter rispondere con gesti e parole inconsulti!Fermezza,autorevolezza e amore sono il mix perfetto di comportamento da vivere con il proprio bambino in fondo per educare alla crescita i figli a diventare degli adulti sicuri consapevoli di loro stessi e capaci ad affrontare la vita servono  esempi concreti comportamenti coerenti e non parole affettuose,continui elogi mixati alla presenza costante ed invadente dei genitori utilizzata come scudo e protezione verso i figli da tutto e tutti…..Dire qualche volta Si e un po’ spesso No,così come non elogiare sempre i figli ma complimentarsi con loro per i successi che man mano avranno non è male….La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco.

PS abbracci e baci sono ultra concessi!!!!!