Enna bella cittadina velata però dalla noia e dalla poca evoluzione……..

Enna deliziosa cittadina che sorge al centro della bellissima Sicilia!Vivo qui’ da quando sono nata ho investito ad Enna la mia vita privata,sociale e lavorativa e devo dire con grande dispiacere che ad oggi si vive un declino della cittadina mai registrato prima!Qui’ il tempo sembra essersi fermato,non ci sono novità tutto è tale e quale agli anni passati anzi peggio la gestione dell’immondizia abbandonata a se stessa,le strade tutte da rifare,il lavoro assente o precario e tutto ciò crea un malcontento generale che rende anche l’aria negativa e priva di ossigeno…..La noia fa da padrona l’andamento delle attività commerciali è deletereio per chi lavora nel settore perché a differenza degli altri posti non c’è un’affluenza di persone per cui si deve aspettare l’entrata saltuaria del cliente che per evasione o altro fa lo shopping fuori!Stessa situazione durante le domeniche e le festività natalizie.Quindi ci si rende schiavi di un qualcosa che ti piace e fai volentieri ma che allo stesso tempo gestisce il tuo tempo in modo negativo!!!Non si fanno incontri interessanti che possano cambiare la situazione lavorativa o anche personale perché gli unici incontri sono quelli scontati e uguali ogni giorno!Vuoi farti un corso professionale per arricchire le conoscenze?Ti propinano solo corsi osa o oss quando in altre città corregionali puoi spaziare in tutto!Questo è spiegabile solo con un unica risposta secca: Enna è una città vecchia non ci sono giovani tutti vanno via  per l’assenza di lavoro correlato ad una  mentalità clientelista della quale non tutti vogliamo fare parte!Dico ma perché non si deve far evolvere questa città che anche con la presenza dell’università non cresce ma rimane in uno stato statico e fermo?Voglio concludere un una speranza che non voglio scrivere ma che voglio tenere nel mio cuore affinché  si concretizzi ma sopratutto voglio gridare a gran voce a coloro i quali si occupano di Enna e ai miei concittadini di volerla più bene non privandola di tutto ma arricchendola con la nostra voglia di fare e di esserci……la vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco.

Annunci

Il saper e il voler darsi una seconda possibilità…..

Capita a volte di dover dire basta ad un amore un lavoro o abitudini di ogni genere e ogni qual volta si lascia un qualcosa o qualcuno ci si sente vuoti,privi di gioia e voglia di fare!!!!Tutto ciò accade per la paura e l’angoscia di non avere più un obiettivo o un traguardo da raggiungere o nel caso di un amore finito di non riuscire a conoscere un’altra persona con la quale condividere la propria vita…….be è a questo punto che non dobbiamo abbatterci ma fissare dei nuovi obiettivi da raggiungere e concretizzare al 100% con la passione e l’amore che hanno contraddistinto da sempre il nostro modo di fare!Anche un amore finito non dev’essere considerato come unico e solo da non poter più innamorarsi ma al contrario si deve prendere tutto il bello e il peggio del precedente legame per potersi relazionare diversamente e più positivamente di prima………Solo reagendo attivamente agli intoppi ci si riesce a sollevare con positività!!!!I cambiamenti inizialmente fanno un pò  paura ma solo cambiando le cose ci si rende conto di quando sia bello darsi una seconda possibilità!!!change-wordleLa La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco

Amare i figli Si riverirli No…..

Educare i figli non è una cosa semplice……Spesso si ha come l’impressione che i figli essendo un pezzo del nostro cuore debbano sempre essere protetti,coccolati e accontentati in tutto ciò che vogliono e pensano!Niente di più errato.Penserete ‘ma come più li accontentiamo e li coccoliamo più la loro felicità aumenta diventando in tal modo adulti felici e realizzati!’In realtà in questo modo la personalità del bambino non si esprime ma si reprime rimanendo ad un livello medio  a causa della presenza inconsapevolmente ingombrante e devastante del genitore che limita lo sviluppo della personalità e dell’autonomia  del proprio figlio invadendo i suoi spazi riducendo così la possibilità per il bambino di fare esperienze sbagliando e imparando esprimendo in tal modo la propria personalità.Anche l’essere ‘Amico’non è salutare per il bambino in quanto non vedrà il genitore come punto di riferimento e fermezza per la propria vita ma, viceversa lo vedrà come qualcuno pari a un amico  al quale poter rispondere con gesti e parole inconsulti!Fermezza,autorevolezza e amore sono il mix perfetto di comportamento da vivere con il proprio bambino in fondo per educare alla crescita i figli a diventare degli adulti sicuri consapevoli di loro stessi e capaci ad affrontare la vita servono  esempi concreti comportamenti coerenti e non parole affettuose,continui elogi mixati alla presenza costante ed invadente dei genitori utilizzata come scudo e protezione verso i figli da tutto e tutti…..Dire qualche volta Si e un po’ spesso No,così come non elogiare sempre i figli ma complimentarsi con loro per i successi che man mano avranno non è male….La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco.

PS abbracci e baci sono ultra concessi!!!!!                                                                                                                                                                                                                                                      

Vacanze tra campeggio rurale e l’hotel……con il piccolo Alfredo!

Agosto mese di vacanza e relax…Noi abbiamo fatto delle vacanze miste prima parte in campeggio rurale con tenda e tutto ciò che concerne l’organizzazione del campeggio con un bambino di 20 mesi e la seconda parte in hotel!!!Personalmente avrei trascorso l’intera vacanza in campeggio perché adoro essere libera da orari ed etichette varie ma Angelo ha voluto passare alcuni giorni  in totale ozio senza pensare al pranzo cena  ecc!Come vi accennavo la prima parte della vacanza è stata vissuta in campeggio e devo dire che siamo stati benissimo sopratutto Alfredo molto più che in hotel perché era libero e indipendente di potersi muovere senza che ne io ne suo padre lo rincorressimo(come accadeva in hotel per via delle scale o della troppa confusione)gli è piaciuto dormire in tenda(attrezzata di sofabed  divano di plastica morbida che diventa un letto matrimoniale).  Per la doccia mi sono organizzata con una vaschetta dove lo mettevo in piedi, evitando in tal modo di fargli poggiare i piedi a terra,e in collaborazione con suo padre lo insaponavamo,  sciacquavamo preparandolo di tutto punto! Anche per il pranzo e la cena non trovavo nessuna difficoltà perché attrezzata di tutto ciò che riguarda pentolini,thermos dove mettevo gli omogenizzati riscaldati da portare in spiaggia, e alla sera tornati in camping preparavo la pastina o ciò che Alfredo voleva nella cucina che il campeggio ‘Carrubella’(sito ad Avola antica)ci offriva oppure mangiava la carne arrostita o la pizza!Viceversa in hotel si deve pensare solo a scendere le valigie dalla macchina ma credetemi per me è stato molto stressante in quanto il bambino si sentiva stressato dalla confusione e in un certo senso dagli orari da seguire per il pranzo e la cena!Ho quindi dedotto che per una vacanza rilassante con bimbi piccoli è meglio recarsi in campeggio o in agriturismi con formula b&b dove si è a stretto contatto con la natura e non si è circondati da flotte di persone!A tal scopo allego le foto delle strutture in cui abbiamo alloggiato e concludo affermando che se si vuole fare una vacanza free con i bambini lo si può fare organizzandosi nei dettagli prima di partire!La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco     

   Foto alloggio e spiaggia prima parte di vacanza:Carrubella campeggio turismo rurale(Avola antica),spiaggia riserva naturale La Marchesa(cassibile).

Foto alloggio e spiaggia privata dell’hotel Helios Noto Marina…..                                                

 

La chiusura di un importante percorso personale lavorativo e l’inizio di una nuova vita……

 

Sono passati 12 anni dal 24 aprile del 2004 giorno in cui abbiamo inaugurato il mio Link negozio di abbigliamento e accessori donna!Quanta ansia nel momento in cui Francesca tagliava il nastro verde per entrare in negozio!Gente tanta gente parenti,amici,conoscenti e non, tutti li riuniti a vedere questa nuova luce brillare in città!Il primo giorno di lavoro io e mia sorella Tiziana non sapevamo cosa fare eravamo così spaesate ma dopo neanche la prima settimana la dimestichezza e la velocità nella gestione delle vendite,sistemazione abiti,vetrina ecc ecc erano diventati delle cose normali da svolgere.Viaggi tra Bologna e Milano con Angelo e Tiziana miei fidati consiglieri per acquistare capi cool e glamour,la conoscenza di  Salvatore di Miss Miss diventato  mio grande amico, di Vincenzo e Rossella di Nolita con i quali si sceglieva la collezione  e si concludeva sempre  con il pranzo in show room tra risate e gossip.A loro mi legherà sempre stima e affetto!Silvana per Morgan de toi con la quale si scherzava ogni qual volta ci s’incontrava e le mie stilose clienti ,(ne cito alcune,le più affezionate, Daniela,Marianna ,Flavia, Rosangela, Maria ,Monica Ilaria e la sua mamma,Margherita,Claudia) hanno fatto si che potessi crescere nel mio lavoro perfezionando il mio modo di lavorare il mio gusto e l’arte del saper consigliare l’outfit giusto per ogni fisico ed esigenza!In questi anni si sono creati anche rapporti di collaborazione come con Cinzia mia fidata collaboratrice che in mia assegna svolge le mie veci in modo impeccabile e poi i miei affittuari che mi hanno sempre sostenuta come se fossi una persona di famiglia……In fine la più importante persona, il mio supporto emotivo e non solo,la mia preziosa mamma  che mi ha sempre incoraggiata e spinta ad andare avanti!Da ultimo i tanti eventi organizzati  da me,sia interni che sterni al Link, dalle mostre fotografiche al tea make up,dal Fashion end food(cena con sfilata al ristorante Il Carrettino) alle sfilate fatte in collaborazione al mio caro amico Josi  hanno fatto si che diventassi una persona dinamica capace di fare 1000 cose e che non vuole fermarsi mai ma al contrario vuole concretizzare quanti più progetti possibili!E adesso???Adesso ho deciso di chiudere questo bellissimo capitolo della mia vita dove sono cresciuta sia lavorativamente che socialmente parlando affinchè possa realizzare un altro progetto lavorativo diverso e ancor più bello del mio Link donna!!!!Grazie a tutte quelle persone che hanno fatto parte di questo progetto e che faranno parte da adesso in avanti della mia vita!!!Teresa Link…….

 

Come preparare la valigia per il parto…..

 

Care future mamme quando ci si reca in ospedale per partorire si dev’essere organizzate a 360°a partire dalla propria valigia e da quella del pulcino che verrà al mondo!Tanto per iniziare bisogna seguire un ordine preciso affinché la puericultrice che pulirà e vestirà il nostro piccolo/la trovi tutto senza impazzire quindi di seguito vi elencherò ciò che dovete mettere nel borsone in ordine di utilizzo!Si parte con mettere per primo il pigiamino o tutina,body,pannolino,triangolo di spugna e triangolo di garza!Ovviamente si deve avere la spugna marina,il detergente ultra delicato senza profumi,le garze monouso per l’ombelico  la spazzola con setole morbide e una copertina non troppo pesante(ricordiamoci che in ospedale c’è un caldo pazzesco).Potete utilizzare anche dei piccoli sacchetti dove mettere i cambi giornalieri del bambino(pannolino,body,tutina,bavetta)e lasciare il triangolo di spugna e di garza con il beauty case all’interno del borsone!

 Per ciò che concerne il borsone mamma di seguito vi scrivo tutto l’occorrente per essere organizzate e non dimenticare nulla:Camicia da notte(da usare durante il

travaglio e il parto),pigiama di ricambio,mutandine bianche a vita alta senza cuciture,pancera post parto,reggiseno per allattamento,calzini bianchi,vestaglia,bacinella,pannolini post parto (non assorbenti)asciugamano detergente intimo,bagnoschiuma e tutto ciò che riguarda l’igiene personale!La vostra blogger mammaestile Teresa Locuoco