Alfredo e la dubbia reazione all’antibiotico…….Cure tradizionali o omeopatiche?

Non so se vi è mai capitato di leggere il bugiardino delle medicine dove vengono descritte le probabili reazioni all’uso(sempre guidato)dei farmaci!Be personalmente li leggo più per curiosità che per una conoscenza approfondita di ciò che potrebbe accadere dopo l’uso,in quanto credo che questi effetti collaterali,vengano descritti con una certa dose di esagerazione,per poter mettere le mani avanti nel caso in cui succedesse qualcosa di strano e irreparabile.Reazioni quasi surreali che solo a leggerle passa davvero la voglia,già inesistente,di prendere i farmaci!Ciononostante due settimane fa quando mio figlio Alfredo è stato male a causa dell’influenza,la sua dottoressa mi ha prescritto un antibiotico(necessario purtroppo) da somministrargli una volta al dì per una settimana.Ebbene la reazione di Alfredo all’antibiotico è stato lo svilupparsi e il manifestarsi di un’aggressività mai vista prima!!!Il bambino per tutta la settimana e qualche giorno dopo,è stato insofferente e aggressivo contro tutto e tutti senza esclusione per niente e nessuno!Affermo questa cosa con totale certezza in quanto,in un’occasione pregressa e analoga,lo stesso antibiotico ha avuto gli stessi sintomi su Alfredo dandomi così la certezza di ciò che abbiamo vissuto in casa!A questo punto mi sorge spontanea una domanda:ma non sarà mica meglio curarsi,per esigenze non molto gravi, con l’omeopatia?Conoscere e capire la validità delle cure officinali e alternative alle tradizionali? il processo di guarigione sarà sicuramente più lungo,ma le alterazioni dell’umore e del nostro sistema immunitario meno invasive…..

La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuoc

Annunci

Leggete il nostro sito di wedding party e fashion planner…..

Come già sapete da più di sei mesi ho chiuso il mio negozio di abbigliamento Link donna,intraprendendo così una nuova attività quella dell event planner,occupandomi dell’organizzazione party,matrimoni,eventi fashion e meeting!Lavoro interessantissimo al quale dedicherò il mio prossimo articolo.Intanto però voglio segnalarvi il mio nuovo sito che potete visitare per poi contattarmi se avete volete organizzare un evento particolare,originale e unico!Il sito è il seguente:

http//style-event7.webnode.itlogo style

Gli anni ’20?Anni in cui si fondono e si sviluppano eleganza e stile!

Mi è stato chiesto più volte quali fossero gli anni  che a mio avviso fossero sinonimo di eleganza e stile!Be senza nessun dubbio ho sempre risposto gli ‘anni 20′!Eleganza e stile diventano un connubbio fondamentale negli abiti femminili,che risultano essere scintillanti e glam con piccole spalline e frange lungo le gambe ,indossati per i party e le cene più’in’,dove le donne cominciano a partecipare con maggiore autonomia,fumando sigarette con i bocchini, conversando con gli uomini di argomenti sociali e bevendo wisky.Collane di perle lunghissime,piume,boa,lustrini e le mitiche Mary Jane,le scarpe con punta tonda cinturino alla caviglia tacco medio, diventate oggi ever green con il tacco più alto,completavano gli outfit dal sapore glamour,dando così origine alle ‘Flapper girl’.Sul fronte più casual e pratico per la donna si creano i primi pantaloni e tailleur da un’icona di stile,come Coco Chanel,che avendo scoperto la morbidezza e comodità del jersey crea la prima collezione androgina per la donna!Il tubino nero s’impone come capo must in tutti gli armadi delle donne dando così inizio a un’epoca ancora in auge.Anche i capelli si accorciano,il caschetto con la frangia diventa stiloso e alla portata di tutti,si usa la cloce per coprirsi dal freddo e avere un tocco di eleganza in più!Guardando le foto del passato,mi rendo sempre più conto che gli anni ’20 sono stati i precursori dei nostri outfif!!!!Anche noi,come le Flapper Girl e Chanel, cerchiamo la rinascita a una guerra sociale,economica e politica,che sta logorando le nostre anime rendendoci inclini all’individualità…… La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuoco  

N.B se si presen

 

Alfredo la settimana a casa con la febbre…l’importanza del nido!

E’da una settimana piena che il mio piccolo è a casa con la febbre!Non vi dico che stress, sia per lo stare male di Alfredo ma anche per la conseguenza di non poter uscire!Bene, i primi giorni i capricci erano più giustificati,febbre altissima,gola arrossata,inappetenza, ma dal quarto giorno in poi,quando buona parte dei sintomi sono spariti e rimaneva la febbre media alta,mi sono accorta che i capricci e il relativo nervosismo fossero legati a una nuova abitudine,la pratica del capriccio, presa perché perennemente a casa e a contatto con nonne e zie che lo coccolavano giustificandolo in tutto e per tutto ciò che  faceva!Ecco che tutte le pratiche acquisite, in due anni e mezzo,di ascolto spariscono nell’oblio….E così che in me sorge spontanea una riflessione che diventa affermazione ,ossia l’importanza che il nido ha per la crescita e lo sviluppo cognitivo dei bambini che uscendo di casa la mattina,sia che la mamma lavori o no, recandosi in un luogo diverso dal proprio ambiente familiare, in cui si socializza e s’ impara a condividere e conoscere quelli che sono linguaggio,ascolto, e persone diverse dalla sua famiglia aiutino l’infante ad essere meno capriccioso,viziato e molto poco propenso alla noia e all’ozio!Per tutti questi motivi do un consiglio a tutte le mamme,mandate i vostri figli al nido cominceranno così ad essere più autonomi,spigliati e meno stressati……La vostra blogger Mammaestile Teresa Locuocomio-amor  

I’m back…..

Sono passati circa sei mesi dall’ultimo articolo scritto…..i mesi si sono succeduti così velocemente che adesso che riapro il pc e ritorno sul mio blog tutto è cambiato,persino l’impostazione delle pagine.Mi sembra quasi di non essere più la persona che per tanto tempo ha scritto espresso e detto tutto ciò che la mente e il cuore le dettavano di scrivere!Vi chiederete ma dove sei stata?Cosa hai fatto in tutto questo tempo?Ho chiuso un importante percorso lavorativo e ne ho intrapreso un altro bello e creativo in cui organizzo eventi,party e matrimoni!In questo nuovo viaggio non sono sola ma con due donne con la “D” maiuscola,Tiziana e Daniela, che come me hanno voglia di fare e realizzare cose belle.Da quì la scelta di”accantonare”si fa per dire tutto ciò che è social per “depurarmi”e tornare con una nuova linfa!Chiedo scusa a coloro i quali non mi hanno più letta dall’oggi al domani ma che con questo nuovo articolo cominceranno nuovamente a rileggere i miei pensieri,stati d’animo consigli di stile e tutto ciò che riguarda il social culturale.La vostra bloggher mammaestile Teresa Locuocostyle